top of page

Search Results

181 items found for ""

Courses (34)

  • A1.5 Beginner in presence

    Textbook: Dieci Lezioni di Italiano A1 - Available from Abbey’s Bookshop, Sydney CBD and other major retailers. This beginner Italian course is ideal for anyone who already did 60 hours Italian and so who knows the basics of Italian grammar (Present and Past tenses) and main vocabulary. You will learn how to talk about shopping and health. Grammatical elements are also introduced, and you will start to work on your speaking and listening skills. Indirect pronouns, imperative tense, prepositions and expressions are use are introduced along with pronunciation, writing and reading skills. The course is delivered as a series of interactive workshops, where active participation is encouraged.

  • A1.1 Beginner in-presence

    Textbook: Dieci Lezioni di Italiano A1 - Available from Abbey’s Bookshop, Sydney CBD and other major retailers. This beginner Italian course is ideal for anyone who doesn’t know Italian at all. You will learn basic greetings, how to express likes and dislikes, and how to present yourself. Grammatical elements are also introduced, and you will start to work on your speaking and listening skills. Nouns, articles and prepositions use are introduced along with basic pronunciation, writing and reading skills. The course is delivered as a series of interactive workshops, where active participation is encouraged.

  • A1.1 Beginner in-presence

    Textbook: Dieci Lezioni di Italiano A1 - Available from Abbey’s Bookshop, Sydney CBD and other major retailers. This beginner Italian course is ideal for anyone who doesn’t know Italian at all. You will learn basic greetings, how to express likes and dislikes, and how to present yourself. Grammatical elements are also introduced, and you will start to work on your speaking and listening skills. Nouns, articles and prepositions use are introduced along with basic pronunciation, writing and reading skills. The course is delivered as a series of interactive workshops, where active participation is encouraged.

View All

Events (14)

View All

Blog Posts (94)

  • Listening Comprehension Practice (A1)

    1)  Guarda e ascolta la canzone: abbina le parole alle immagini a) POMODORI  - b) PASTA  - c) PESTO  - d) PURÈ e) INSALATA  - f) OLIVE  - g) CIPOLLA  - h) CARNE i) SEDANO  - l) BASILICO  - m) PATATE n) MELANZANE 0) FIORI 2) Ascolta e completa il testo: Quando vedo maturare i ____________ Dico pensa tu cosa sarebbe fare Un piatto di ___________senza i _________ È come un giardino senza ______________ Che sarebbe il mondo senza americani Io non so se poi sarebbe un gran vantaggio So che se Colombo non faceva il viaggio Ci sarebbe il mondo senza pomodori Senza di te non c'è più gusto La vita ha il sapore giusto Solo se posso assaggiarti Solo se posso mangiarti Solo se posso sentirti, solo se Pensa un po' alla norma senza _____________ Il purè di ___________senza cicorione Se non c'è il ___________non c'è più il pest oLe ____________ lesse senza olio d'________ Senza di te non c'è più gusto La vita ha il sapore giusto Solo se posso assaggiarti Solo se posso mangiarti Solo se posso sentirti, solo se Quando vedo che si colgono le ___________ Dico pensa tu come verrebbe male Senza l'olio buono la nostra ___________ Come stare insieme senza una risata Senza di te non c'è più gusto La vita ha il sapore giusto Solo se posso assaggiarti Solo se posso mangiarti Solo se posso sentirti, solo se Meno male che ci sono i _______________ Dico pensa tu cosa sarebbe fare Un piatto di ____________senza i ___________ È come un giardino senza___________ È come la vita senza te 3) SECONDO TE DI COSA PARLA LA CANZONE? DI POMODORI D’AMORE DI FIORI 4) Conosci questi piatti? Abbina il titolo del piatto agli ingredienti: a) PURÈ CON CICORIA                       b) PASTA ALLA NORMA sedano....; ricotta.....; fave.....; melanzane....; pomodori.....; basilico.....; cicoria..... 5) Entrambe le ricette contengono un ingrediente che non e’ presente nella canzone: L’ AGLIO! (non va bene per i baci) (Liberamente adattato da Loescher)

  • NO PAY? NO WAY! by Dario Fo and Franca Rame

    "Funny? If I wasn't sitting down I'd have fallen over." The Sydney Morning Herald When No Pay? No Way! opened in 2020 it was instantly met with standing ovations and glowing reviews. Now, one of Sydney Theatre Company’s funniest and most beloved productions in recent years returns to the Drama Theatre and to a world more in need of its wild, farcical wisdom than ever. Brimming with hilarious plot twists and sharp-as-a-tack dialogue, No Pay? No Way! is a wild and wonderful tale of an uprising at a local supermarket, that sees a group of angry housewives shoplift ‘til they drop. Now, with a pile of newly ‘liberated’ loot, Antonia – played by Mandy McElhinney (The Tempest) – and her best friend Margherita - Emma Harvie (The Harp in the South: Part One and Part Two) - embark on a ludicrous, laugh-a-minute escapade to stay three steps ahead of the law. Directed by the award-winning Sarah Giles and adapted by ABC comedy powerhouse Marieke Hardy from the beloved play by Dario Fo and Franca Rame, Sotto Paga! Non Si Paga!, this 1970s joyride satirises the world of dollars and cents to uproarious effect. Also featuring first-rate comedy legends Roman Delo (Hubris & Humiliation), Glenn Hazeldine (Così), and Aaron Tsindos (A Fool in Love) this production is both exhilarating and exuberantly funny, prompting one reviewer to remark, “I haven’t heard an audience laugh so loud for a long time” (Limelight). Snag your tickets here before they walk out the door!

  • Reading Comprehension Practice (B1-B2)

    La sfilata dei “giganti” di Viareggio, presentata da Antonella Beconi Carro allegorico Colori sgargianti, figure allegoriche, maschere fantastiche, coriandoli e stelle filanti che colorano l’aria già carica di note musicali. É lo spettacolo del martedì grasso di Viareggio andato in onda su Rai 3 questo pomeriggio. È stato il momento clou del Carnevale viareggino i cui festeggiamenti sono iniziati lo scorso 16 febbraio e si concluderanno domenica 9 marzo con la quattrocentesima sfilata mascherata della storia del carnevale. La sfilata sul lungomare “La crisi economica e la voglia di dimenticarla. I sogni, i desideri della gente e la paura di vederli volare via. La rete (Internet) e i pericoli che si nascondono dietro di essa. E ancora la magia e i riti voodoo. Ma anche satira politica e altro ancora. Sono questi – spiega Stefano Pasquinucci, presidente della Fondazione Carnevale http://viareggio.ilcarnevale.com/ – i temi scelti dai Maestri costruttori per i carri e le mascherate di questo Carnevale 2014. Temi che raccontano la società contemporanea, ma che parlano anche di persone eccezionali che hanno costruito con passione e dedizione 141 anni di storia del Carnevale. Per questo lo slogan scelto per questa edizione è: Io sono il Carnevale”. Alti oltre 20 metri, larghi 12 i carri allegorici sono creati dagli oltre mille lavoratori di 25 ditte artigiane che per un intero anno lavorano con l’unico obiettivo di stupire il pubblico. “In molti casi si tratta di figli d’arte – si legge nel sito della Fondazione – che hanno ereditato dai padri e dai nonni le abilità e i segreti di un mestiere unico al mondo”. Utilizzando dei modelli in creta, dei calchi in gesso, della carta di giornale e della colla (fatta di acqua e farina) questi artigiani riescono a realizzare uno spettacolo scintillante e fantasmagorico che negli anni ha consacrato il Carnevale di Viareggio il primo d’Italia. Un carro allegorico Nato nel 1873 con la prima sfilata di carrozze addobbate nella storica via Regia, la manifestazione fu trasferita agli inizi del ‘900 sul Lungomare e da allora è cresciuta in dimensioni e popolarità. Nel 1921 fu creato l’inno, nel ’25 venne dato alle stampe il primo manifesto ufficiale e nel 1930 il pittore e grafico viareggino Uberto Bonetti, ideó la maschera del Carnevale, Burlamacco, i cui colori bianco e rosso ricordano i colori degli ombrelloni sulle spiagge di Viareggio negli anni ’30. Quest’anno ricorre inoltre un altro anniversario importante, il sessantesimo della prima diretta televisiva. Nel 1954, l’allora nascente televisione italiana decise, infatti, di trasmettere in diretta da Viareggio le sfilata dei carri allegorici. Una prima importante sia per la Rai, che dopo due mesi dall’inizio delle trasmissioni sperimentava una diretta televisiva lontana dagli studi romani, sia per il Carnevale di Burlamacco che poteva mostrare i suoi carri allegorici per la prima volta a tutt’Italia. Un evento che la Rai da nove anni ha voluto riprendere portando il culmine del Carnevale nelle case di tutti gli italiani. La sfilata nel 1921 La magia del Carnevale non finisce, tuttavia, con l’ultima sfilata e i fuochi d’artificio. Domenica 9 marzo il sipario calerà sull’edizione 2014 , ma la magia carnevalesca  si trasferisce nella cittadella del carnevale, un complesso architettonico che oltre ad ospitare gli hangar dove i maestri artigiani progettano e realizzano le loro creazioni, ospita due musei il primo dedicato alla storia dei carri e il secondo dedicato al “Premio carnevalotto” che raccoglie le preziose opere  ispirate al carnevale viareggino di grandi firme dell’arte contemporanea tra cui Pomodoro, Cascella, Mitoraj e Matta. Assieme al centro studi sul carnevale che archivia tutti i progetti e le realizzazioni degli ultimi 50 anni e ad una biblioteca specializzata dove è possibile sfogliare riviste e libri inerenti al Carnevale. Insomma finita le festa, mentre i colori della primavera profumano e colorano le vie di Viareggio la storia del Carnevale continua a vivere e a regalare stupore ai suoi spettatori. (da: “ItalyAmo) LESSICO: sgargianti (bright), coriandoli (confettis), stelle filanti (streamers) carica (full)  sarà in onda (it was on air) momento clou (high point) quattrocentesima (four-hundredth) voglia (desire) pericoli (dangers) dietro di essa (behind it)altro ancora (more) carri (floats) eccezionali (great) stupire (to astonish) si tratta (we are talking about)mestiere (craft) creta (clay) calchi di gesso (plaster casts) colla (glue) fantasmagorico (phantasmagorical) negli anni (over the yars) sfilata (parade) lungomare (seaside promenade) manifesto (poster) maschera (mask) ombrelloni (beacumbrelas) ricorre (falls) trasmissioni (broadcast) fuochi d’artificio (fireworks) sipario (curtain) si trasferisce (move to) cittadella (citadel) opere ispirate a (works inspired by) sfogliare (browse) Grammatica: i numeri ordinali In italiano, i numeri ordinali indicano l’ordine di successione e  sono variabili nel genere (maschile e femminile) e nel numero (plurale e singolare). Es: primo, prima, primi, prime, secondo, seconda… I primi dieci hanno una forma particolare: primo, secondo, terzo, quarto, quinto, sesto, settimo, ottavo, nono, decimo I successivi si formano aggiungendo il suffisso –esimo al numero cardinale, che di solito perde la vocale finale: undici= undicesimo, quindici= quindicesimo, cento= centesimo, ma, quando la vocale finale é accentata allora non cade: ventitré=ventitreesimo, trentatré = trentatreesimo. 100° centesimo, 200° duecentesimo, 462° quattrocentosessataduesimo, 3000° tremillesimo, 10.000° diecimillesimo, 1.000.000° milionesimo In italiano i numeri ordinali vengono abbreviati: – con i numeri romani I, II, III, IV … – con una piccola “o” “a” per il femminile posta in alto a destra del numero cardinale: 1o= primo, 1a = prima Nota bene: Per i giorni del mese, in Italiano, usiamo i numeri cardinali, con l’eccezione del primo giorno che è sempre ordinale (primo). Esempio:  2 maggio (due maggio); primo febbraio (1 febbraio) DOMANDE: 1)    Che cos’è un carro allegorico? 2)    Quando dura il Carnevale di Viareggio? 3)    Quanto sono grandi i carri? 4)    Quando è iniziato il Carnevale a Viareggio? 5)    Come si costruiscono i carri? 6)    Il Carnevale di Viareggio viene trasmesso in TV? 7)    Chi è Burlamacco? 8)    Che cos’è la Cittadella del Carnevale? 9)    Scegli un carro che ti piace particolarmente e spiega perché. (Adattato da ItalyAmo di P. Gagliano) Una canzone carnevalesca Il Martedì Grasso era l’ultimo giorno di Carnevale e l’ultima possibilità per far baldoria perché il giorno dopo iniziava il periodo penitenziale della Quaresima. Questa canzone risale all’edizione 1932. Carnevale di baci – (1932) Eccolo, vien, stringilo al sen, amalo ben, mia cara ________. È Carneval _________ e fatal con i suoi stral come l’amor. Mettiti un fior tra i _________ d’or, del tuo candor, mia cara piccola. Bionda Nenè, vieni con me incontro al re del buon _________. Vieni sul mar, ________ del tu, fatti baciar: ciù – ciù (due baci) Fatti baciar, mia bella ________ perché di carneval nulla si fa di mal e tutto val sotto la ________. Vieni sul mar, mio dolce amor, fatti baciar. Di carneval, ________è giovane, è bella come te; non esitar, Nenè. Vieni laggiù, vieni nel vortice. _________ amar, fatti baciar sempre così: ciù – ciù (due baci) Mettiti un fior…

View All

Other Pages (39)

  • Donations | Dante Alighieri Soc.

    Donations First name Last name Email Donate in the name of: Honoree name: Any comments Enter the amount you wish to donate AU$ Donate Thank you so much!

  • Giorgia Bresciani | Dante Alighieri Soc.

    Giorgia Bresciani Tutor Book a class or lesson now... Bio Giorgia comes from a town close to Milan, in Northern Italy. She grew up surrounded by art and a rich teaching environment thanks to her parents. She finished her teaching Diploma and soon started working in a day-care centre. Fascinated by foreign countries and different cultures, she moved to Australia, where she has worked in different language schools, teaching students of all ages and levels, and tutoring for HSC and IB preparation. She has a Certificate IV and a Diploma in TESOL (Teaching English to Speakers of Other Languages). Her motto is: “Learning a new language can change your life!” Giorgia believes it’s very important to deliver lessons that comprise communicative and interactive activities, games, and cultural resources. We all learn in different ways, and because of that it is essential to adopt a wide range of activities and resources fostering a deeper knowledge of the language we are going to learn. If you’d like to know more about our Italian lessons, email our courses’ convenor at enquiries@dantealighieri.com.au

  • Tutors | Dante Alighieri Society Sydney

    Tutors Our tutors are skilled in both online and face-to-face teaching modalities, so that you can confidently choose the method that works best for you. In addition to our interactive, conversation-based approach to learning Italian, we also offer tailored resources and materials to support your learning. From ad-hoc material prepared by your tutor specifically for you to online resources and multimedia materials – we offer everything you need to succeed in your Italian studies! Giulia Atanni Click here for bio Book your lesson... Nicole Bernardi Click here for bio Book your lesson... Josto Luzzu Click here for bio Book your lesson... Dilly Rusca Click here for bio Book your lesson... Beatrice Siragusa Click here for bio Book your lesson... Anna Celotti Click here for bio Book your lesson... Antonella Beconi Click here for bio Book your lesson... Luana Ciavola Click here for bio Book your lesson... Alessandro Mariolini Click here for bio Book your lesson... Ilaria Tavilla Click here for bio Book your lesson... Martina Vignoli Click here for bio Book your lesson... Any Tutor Book anyone here... Book your lesson... Giorgia Bresciani Click here for bio Book your lesson... Isabella Croce Click here for bio Book your lesson... Daniel Marco Portaluppi Click here for bio Book your lesson... Anna Parmegiani Click here for bio Book your lesson... Alessandra Stefanutti Click here for bio Book your lesson...

View All
bottom of page